• Home
  • News
  • Esonero contributivo per l'assunzione stabile di giovani

Esonero contributivo per l'assunzione stabile di giovani

l’INPS ha chiarito i criteri e le regole per la fruizione dell'esonero contributivo previsto in via strutturale dalla Legge di Bilancio 2018.. 

 In particolare, segnaliamo:

 1) Esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato

 È previsto un esonero contributivo nella misura del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro, nel limite massimo di 3.000 euro su base annua.

Tale beneficio riguarda le assunzioni a tempo indeterminato intervenute a decorrere dal 1° gennaio 2018 e la durata è pari a 36 mesi.

L'esonero è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, a prescindere dalla circostanza che abbiano o meno la natura di imprenditore.

Questo incentivo non costituisce "aiuto di Stato" in quanto è rivolto alla generalità dei datori di lavoro privati che operano in ogni settore economico su tutto il territorio nazionale.

L'esonero riguarda tutti i rapporti di lavoro a tempo indeterminato con eccezione dei contratti di:

  • apprendistato;
  • lavoro domestico;
  • lavoro intermittente.

Nel caso in cui il beneficio sia stato parzialmente fruito da un precedente datore di lavoro e il lavoratore venga nuovamente assunto a tempo indeterminato da un nuovo datore di lavoro, è riconosciuto per il periodo residuo, indipendentemente dall’età anagrafica del lavoratore alla data della nuova assunzione.

L'esonero contributivo spetta a condizione che l'assunzione a tempo indeterminato riguardi soggetti che:

  • non abbiano compiuto il 30° anno di età (35° per il 2018) alla data di assunzione o di trasformazione a tempo indeterminato;
  • non siano mai stati assunti a tempo indeterminato, con lo stesso o con altro datore di lavoro, nell'arco dell'intera vita lavorativa salvo contratti di apprendistato non proseguiti a tempo indeterminato e contratti di lavoro a tempo indeterminato intermittente e domestico.

 
2) Esonero per l'assunzione/trasformazione a tempo indeterminato di giovani che hanno concluso un periodo di alternanza o un periodo di apprendistato di primo o terzo livello

 L'esonero contributivo spetta nella misura del 100% dei contributi dovuti dal datore di lavoro, sino ad un massimo di 3.000 euro annui per 36 mesi, ai datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato, entro 6 mesi dall'acquisizione del titolo di studio, studenti che abbiano svolto presso il medesimo datore di lavoro percorsi di alternanza scuola-lavoro ovvero periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore (c.d. primo livello) o periodi di apprendistato in alta formazione (c.d. terzo livello).

In particolare, i percorsi di alternanza devono essere riconducibili alle seguenti fattispecie:

  • studenti che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro pari almeno al 30% delle ore di alternanza, ossia 120 ore negli istituti tecnici e professionali e 60 ore nei licei;
  • studenti che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro pari almeno al 30% del monte orario previsto per le ore di alternanza all’interno dei percorsi di istruzione e formazione professionale (IEFP) e Istituti Tecnici Superiori (ITS);
  • studenti che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro pari almeno al 30% del monte ore previsto dai rispettivi ordinamenti per le attività di alternanza nei percorsi universitari mediante tirocini curriculari, tesi di laurea in azienda, attività di orientamento, laboratorio, nonché altre modalità di apprendimento sul lavoro riconducibili alle attività di terza missione dell’università, in ottemperanza ai parametri forniti dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (Anvur);
  • studenti che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro periodi di apprendistato di primo o terzo livello. In tal caso l'esonero spetta sia nel caso in cui il lavoratore venga assunto a tempo indeterminato sia dall'agenzia di somministrazione che dall'utilizzatore, anche se la formazione durante il rapporto di apprendistato è stata erogata dall'agenzia di somministrazione.  

  

Per maggiori informazioni potete consultare la news e i relativi approfondimenti sul sito di Assolombarda:

http://www.assolombarda.it/servizi/lavoro-e-previdenza/informazioni/esonero-contributivo-per-lassunzione-stabile-di-giovani

Contatti:

Area Lavoro e Previdenza: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 02.58370.366-274-391-262-263-228

Presidio territoriale Monza: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -  tel. 039.3638.235-231

 

 

Stampa

Job20 2016 - Tutti i diritti riservati - Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza, Lodi
Assolombarda è soggetto autorizzato ai sensi e per gli effetti dell'art. 6, comma 4, del Decreto Legislativo n. 276 del 10 Settembre 2003.